di Nicksharingram
– La Terra è… tonda? No. Piatta?Sì. Come un videogioco? Naturalmente sì. Questa è l’ultima teoria dei terrapiattisti, secondo la quale la natura del nostro pianeta sarebbe riconducibile a quella di Pac-Man.

Se potessimo girare la circonferenza della terra in linea retta torneremmo esattamente dove siamo partiti, e questo succederebbe perché la terra è sferica, ma secondo questa nuova teoria, se potessimo percorrere la superficie della Terra da una parte all’altra, una volta giunti a un confine si tornerebbe a quello opposto, esattamente come nel videogioco: se Pac-Man finisce oltre lo schermo, ricompare dalla parte opposta. Per arrivare a certe supposizioni bisogna però ringraziare chi ha inventato il piccoletto giallo: Tohru Iwatani.
Sì, perché mentre tu pensi se con la pizza hai voglia di birra o coca-cola (difficile almeno quanto la scelta di Sophie), lui davanti alla pizza ha pensato ad un videogioco che diventò poi uno tra i più giocati e imitati al mondo. E pensate a quanto devono aver pensato e riflettuto sul nome. Poco. Già, perché in lingua madre il nome Pac-Man significa letteralmente “aprire e chiudere la bocca”; ovvero il 90 per cento del movimento permesso al personaggio. Insomma, un’idea semplice, ma efficace, anche se non così tanto per un’azienda di Chicago, dove, quando fu presentato il progetto, dissero che non avrebbe mai avuto successo perché “troppo carino”. Qualcuno fu licenziato per questo, immagino. Soprattutto tenendo conto che in soli 7 anni ha venduto più di 300 000 macchine e milioni di gadget e pupazzi vari, bisogna ammettere anche molto carini.
Quindi, signori e signore, l’ultimo punto, ma non per importanza, il metodo GET: un percorso stabilito che permette di superare i livelli senza imbattersi in alcun fantasma e mangiando i bonus per primi. Fantastico, no? Ci sono solo due piccoli problemi: per riuscirci bisogna evitare ogni minimo errore, anche la velocità deve essere giusta, quindi niente esitazioni e dritti alla meta. L’altro problema è che questo percorso è valido solo per le prime edizioni del gioco, e penso che gli unici ad averle siano gli ideatori della tecnica (le loro iniziali formano il nome, non ci sarebbe da stupirsi se avessero conservato le prime uscite).
Tutto questo ebbe inizio il 10 maggio 1980, quando iniziò la commercializzazione e la vita di tutti divenne un po’ più gialla.