di Nicksharingram – Immaginate questo scenario da favola: il giardino della Cappella di St. George al Castello di Windsor addobbato a festa, migliaia di persone felici che lanciano il riso su due novelli e giovani sposi. Tutto sembra perfetto e a regola d’arte. Poi però, la sveglia della realtà suona inesorabilmente interrompendo i sogni di gloria della futura sposa Meghan Markle. Come ogni bambina che si rispetti, la piccola Meghan girava per casa con una coroncina in testa gridando di essere una principessa, insomma, è un rito di passaggio. Solo che lei principessa lo diventerà davvero, sabato, ma di sicuro la realtà in cui verrà catapultata non sarà quella che sperava. Innanzitutto la regina, legata ad una ferrea etichetta, ha negato ai due piccioncini la possibilità di celebrare le nozze nel luogo solitamente dedicato alle cerimonie reali, Westminster Abbey.
In secondo luogo, le migliaia di invitati non saranno tutti parenti e amici degli sposi, ma, in gran parte, scolaresche e popolani invitati dai festeggiati che, però, si porteranno il pranzo al sacco. In minor parte saranno parenti e amici dello sposo, e una singola unità sarà l’invitata da parte della sposa. Sua madre.
Ma perché dalla parte della sposa si è verificata questa situazione? Ultimamente, grazie a giornali inglesi, è stato reso noto che tra la ragazza e i fratelli non scorre buon sangue. A sostegno di questa tesi c’è la lettera inviata dal fratello Thomas Jr al futuro genero Harry, in cui spiega che sposare Meghan sarebbe il più grande errore della sua vita in quanto si rivelerà una ragazza viziata. Il padre, invece, dopo avere avuto un infarto ed essere stato beccato a vendere foto private della scelta del vestito da sposa per 100.000 dollari, ha deciso di non imbarazzare ulteriormente la figlia rimanendo in America.
Anche dalla parte dello sposo la situazione non è tutta rose e fiori. La nonna, niente meno che la Regina Elisabetta II, non ha preso di buon grado la scelta del nipote per vari motivi: già il fatto che la futura principessa sia una donna divorziata le ha fatto un po’ storcere il naso, per non parlare della professione della ragazza, famosa attrice e modella salita agli onori della cronaca per il ruolo di Rachel Zane nella serie televisiva americana “Suits”. Meghan, per compiacere l’etichetta, ha interrotto i suoi contratti lavorativi, ma, bisogna sottolineare, ha anche lasciato il ruolo di ambasciatrice per i diritti delle donne che ricopriva nell’ONU.
Sempre per rispettare il famoso protocollo tanto caro alla Sovrana d’Inghilterra, la fortunata si troverà privata di molte cose che per le ragazze moderne risultano fondamentali. Della lunga lista, ciò di cui sentirà meno (o di più, dipende dai punti di vista) la mancanza saranno le zeppe. In quanto donna dello spettacolo di sicuro non farà fatica ad abituarsi ai tacchi a spillo, ma, se desidererà un momento di pace per i suoi piedi indossando un paio di scarpe più comode come delle zeppe, dovrà stare attenta a non farsi vedere dalla regina che non apprezza questo capo di abbigliamento. La ragazza si vedrà anche privata di una moda che ormai fa parte di noi, ovvero quella dei selfie, in tutte le sue forme; oltre a non poter utilizzare l’autoscatto, non potrà nemmeno farsi ritrarre con dei drink in mano. Di sicuro la privazione che le ha sconvolto la vita è un’altra. La futura principessa, infatti, ha dovuto rinunciare a tutti i suoi account social, dov’era seguita da migliaia e migliaia di persone. D’ora in poi la sua attvità social avverrà sotto il profilo ufficiale della famiglia reale.
Non scordiamoci che questo matrimonio più o meno da favola avrà un finale nobile. La coppia ha deciso che, chiunque volesse partecipare al matrimonio, avrebbe potuto farlo tranquillamente, ovviamente partecipando alla lista nozze. Quella stilata dagli sposi è molto particolare; non si aspettano corredi di lenzuola o servizi di piatti, di cui i palazzi di Londra sono pieni, ma un’offerta di cifra facoltativa a una delle sette organizzazioni a scopo benefico selezionate dagli sposi.