di Alessia Cencioni

-Cari lettori, siamo arrivati quasi alla fine della competizione!
Questa settimana abbiamo deciso di trattare di un argomento che è parte integrante della società: il lavoro.

Ci rivolgiamo ai ragazzi, a cui ogni giorno arrivano notizie che potrebbero dare l’idea di essere diretti verso una vera e propria apocalisse.

PROBLEMATICHE COMUNI

Parlando con degli universitari, alcuni dei quali lavorano già, abbiamo individuato quali sono i punti che creano il malcontento sociale.

Quando si è all’università è molto difficile riuscire a conciliare studio e lavoro; coloro che ci riescono, non svolgono quasi mai attività correlate al loro percorso formativo.
Quindi spesso succede che molti ragazzi, conseguita la laurea, non abbiano una visione realistica del loro futuro ambiente lavorativo.
Questo è anche causato da una mancanza concreta di tirocini sin dall’inizio del percorso universitario.
Nella maggior parte dei casi, però i datori di lavoro sono alla ricerca di apprendisti con esperienza: sembra un ossimoro, una presa in giro, ma non lo è.

LA SOLUZIONE: IL SISTEMA DUALE

Ideato per la prima volta in territorio tedesco si sta diffondendo a macchia d’olio anche in altri Paesi europei.
Questo sistema cerca di ridurre il divario tra le competenze acquisite a scuola e all’università e quelle al lavoro, con lo scopo di diminuire la disoccupazione giovanile.

L’ESPERIENZA DI NINA
Ci siamo fatti spiegare come funziona il sistema duale da Nina, una ragazza tedesca che frequenta la facoltà di International Business a Bad Mergentheim nel Baden Württemberg (Germania).

Sin dall’inizio il percorso di studi è caratterizzato dall’alternanza di tirocini e lezioni.
In media il cambio tra fase teorica e pratica avviene ogni tre mesi.
Nel tirocinio, secondo un preciso calendario, si ha modo di conoscere tutti i reparti di una azienda, anche quelli che non saranno di sua pertinenza lavorativa.
I ragazzi acquisiscono una visione più reale di ciò che é l’ambiente aziendale, si possono rendere conto se è veramente la professione adatta a loro e, soprattutto, si ritrovano, dopo la laurea, delle preziose esperienze lavorative in tasca!

 

In Italia il sistema duale è rivolto finora soltanto al conseguimento del diploma professionale.

Per maggiori informazioni cliccate il link qui sotto:

“Apprendistato per il diploma: il sistema duale in Italia c’è e funziona”