di Samuele Roma e Valentino Ferrari

– Buongiorno a tutti cari lettori di FridayFever! Avete passato una bella settimana? Oppure la scuola vi sta distruggendo? Niente paura, anche oggi, come ogni venerdì, ci siamo noi che vi tiriamo su il morale con le nostre interviste. Per questa mattina, abbiamo scelto un argomento di cui non tutti sono a conoscenza, ma che vorremmo approfondire con voi. Stiamo parlando dell’Interrail. Per chi non sapesse di che cosa si tratti, è un pass, creato nel 1972, che permette ai giovani e ai meno giovani che lo acquistano di viaggiare in 30 paesi europei, per mezzo delle ferrovie. Ci siamo rivolti a giovani studenti, servendoci di un sondaggio che rivelasse l’interesse verso questo soggetto, ed effettivamente abbiamo trovato pareri contrastanti.

Conoscevi già Interrail?

Dal sondaggio risulta, come si può osservare dal grafico, che solamente la metà dei ragazzi era a conoscenza di questa iniziativa. La restante parte non sapeva cosa fosse, o quanto meno, non in maniera approfondita.

Mete favorite 

Dopo aver velocemente spiegato, abbiamo domandato loro quali sarebbero le loro mete favorite nel caso dovessero partire. È risultato che la più gettonata fosse la Spagna, seguita da Germania, Francia, Paesi Bassi e Norvegia. Non ci ha sorpreso il fatto che la più quotata fosse la Spagna, famosa per la sua movida, il clima caldo e la cultura. Quello che invece ci ha più stupito è stato che qualcuno credesse che l’Interrail comprendesse anche gli Stati Uniti ma, notiziona, essi non fanno parte dell’Europa e, soprattutto, non è possibile arrivarci in treno.

La vera notizia

Ora vi chiederete perché abbiamo scelto questo argomento. Ebbene, è giunta la notizia dal Parlamento Europeo, che sarà istituito un bando dedicato a tutti coloro che compiranno 18 anni entro il luglio 2018, e che darà a 15.000 neo-maggiorenni la possibilità di viaggiare per 30 giorni in 4 paesi a scelta. La possibilità di iscriversi a questa iniziativa, sarà data dal primo giugno in poi e per un periodo di sole due settimane. Inoltre, considerando che gli aventi diritto sono solamente 30.000, cioè il doppio dei neo-diciottenni per i quali l’UE ha stanziato i fondi, la possibilità di vincere non è nemmeno tanto bassa. A breve usciranno ulteriori informazioni online riguardanti questo progetto.

Certamente si tratta di un ottima opportunità per scoprire il vecchio continente, e per poter intraprendere il viaggio per eccellenza dello studente. Per questo motivo, la nostra redazione vi incita ad approfittare di questa iniziativa e di tenervi informati al riguardo.

Il nostro appuntamento di oggi non si conclude qui, vi aspettiamo questo pomeriggio con un altro nuovissimo articolo, rimanete sintonizzati.
Se l’articolo ti è piaciuto, leggine altri simili. Oppure clicca qui per altri nostri articoli.

Ricorda di seguire la pagina instagram @sharing.friday e la pagina facebook sharing.school.

E se non l’avete ancora fatto, leggete gli altri nostri articoli sulle adozioni gay e sulla cannabis.

FridayFever