di Angelica Zarafa
– Sembra difficile crederci, ma la piscina più profonda del mondo si trova in Italia – precisamente a Montegrotto Terme – e si chiama Y-40.
Ho avuto la possibilità di intervistare il figlio del proprietario della struttura, Giovanni Boaretto, per saperne di più al riguardo.

INTRODUZIONE
Y-40 è una piscina d’acqua termale situata nei pressi dei Colli Euganei. Qui l’acqua sgorga dal sottosuolo a 87°C e viene raffreddata artificialmente fino a 32/34°C.
La piscina ha una superficie di 21x18m e si estende fino a 42m di profondità.
Presenta diverse grotte e viene attraversata da un tunnel, nel quale i passanti possono osservare e scattare fotografie ai bagnanti.
Questo spazio è riservato prevalentemente a corsi di apnea e subacquea.

INTERVISTA
Com’è nata l’idea di creare la piscina più profonda del mondo?
L’idea di creare la piscina più profonda del mondo è nata da Emanuele Boaretto, mio padre, quando aveva circa 20 anni e studiava all’università. Ha iniziato a frequentare la subacquea come passione e nel 1985 ha pensato di estendere la stagione delle immersioni anche d’inverno. Dopo ben 35 anni è riuscito a realizzare il suo sogno.

Quanto tempo ci è voluto per progettare e costruire la struttura?
I primi disegni sono del 1985, mentre i veri e propri progetti sono del 2010. Nel 2012 sono stati realizzati gli esecutivi – i progetti finali – , il 2 maggio 2013 sono iniziati i lavori e l’1 maggio 2014 la struttura era pronta. Il 3 abbiamo aperto l’acqua e il 12 abbiamo finito di riempire la piscina. Il 5 giugno 2014 Enzo Maiorca ha tagliato il nastro per l’inaugurazione.

Chi ha ideato il nome per la piscina e qual è il suo significato?
Il nome è nato anch’esso da mio padre.
Y-40 ha un significato molto semplice: in architettura la Y e la X sono gli assi – ordinate e ascisse – su cui si misurano le dimensioni in senso verticale e orizzontale – altezza e larghezza – , quindi nel nostro caso Y rappresenta la profondità.
Y inoltre rappresenta la posizione dell’apneista quando pinneggia verso il fondale, figura presente anche nel logo.
Il – (meno) è il segno dell’asse delle ordinate e rappresenta anche il peso attaccato alla corda che porta l’apneista in verticale in profondità.
Il numero 40 non rappresenta in realtà la profondità massima, ma la freccia sulla corda dell’apneista indica la continuazione della piscina (che arriva a 42m).

Che impatto ha avuto Y-40 sull’economia locale?
Un notevole impatto. Dal 2008 la crisi economica ha colpito l’Europa. Nel 2013 l’intero continente era in grande difficoltà e le terme in particolare erano in caduta libera. Dall’apertura di Y-40 le statistiche si sono invertite: è iniziata una risalita lenta, ma importante. La piscina, inoltre contribuisce al rinnovo del pubblico che frequenta le terme e la subacquea.

Come ci si sente a essere il proprietario della piscina da Guinness World Record?
In realtà dovremmo chiederlo a mio padre [n.d.r. si lascia scappare una risata]. E’ un onore partecipare concretamente a questo tipo di attività perchè si ha la possibilità di segnare il passo rispetto a delle iniziative nuove, ma allo stesso tempo abbiamo sulle spalle la responsabilità di essere sempre corretti e di riferimento per l’industria della subacquea. Coerenza, etica, capacità professionale e qualità di servizio sono fondamentali.

CONCLUSIONE
Direi che non ho altro da chiedere o da aggiungere, perciò vado a prepararmi per la prossima immersione.
#staytuned#staysharing